Un moltiplicatore di opportunità. Da non lasciarsi sfuggire

INNOVAZIONE

POR FESR 2014-2020, Asse 1. Azione 1.1.2. Delibera n. 1848 del 14 novembre 2017 “Sostegno all’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese". Domanda di Sostegno ID 10082481

La presente relazione tecnica ha come obiettivo la descrizione dell’attività svolta nell’ambito del progetto “INNOVAZIONE SMART MANIFACTURING” presentato con domanda di sostegno (ID 10082801) in data 08/02/2017. 


OBIETTIVI, METODOLOGIE E RISULTATI DI PROGETTO


In fase di adesione al bando POR FESR 2014-2020. Asse 1. Azione 1.1.2 “Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese”, la ditta scrivente si poneva di raggiungere i seguenti obiettivi:


Il progetto ha avuto come scopo quello di migliorare, snellire e semplificare l’accesso dei dati ai/dai fornitori/clienti interni/esterni per lavorare in modo snello, ottimizzando la gestione delle commesse nell’ottica di Business Intelligence, abbattendo anche i tempi ed i costi di sharing logistic. Nel prosieguo del progetto l’azienda ha evoluto l’idea stessa del suo Business rivelando consapevolmente di essere in pieno passaggio: dal un modello aziendale rivolto al prodotto verso uno, invece, pienamente orientato al servizio sul prodotto. Di fatto anche dalla percezione del valore del cliente (che poi sarà, durante il progetto, definito nel suo percorso di crescita, vedendo che anch’esso ragiona con lo stesso criterio a seconda del suo target: da quello da Prezzo a quello Evoluto) si è analizzato e scoperto che questo è un dato di fatto.

Da questo tassello ci si è, contemporaneamente rivolti con un nuovo slancio verso l’internazionalizzazione d’impresa verso nuovi clienti; da un recente studio ne è emerso che siano particolarmente favorevoli soprattutto i mercati inglesi, tedeschi e francesi, che richiedono esigenze e necessità particolari, in termini di qualità, complessità di prodotto ma soprattutto in termini di servizio.


Ogni esigenza, così personalizzata, si è concretizzata divenendo ogni volta una nuova opportunità di differenziazione per un’azienda, particolarmente basata sulla customizzazione e la lean production, che però può rischiare di nascondere potenziali costi inespressi. 


“E’ un grande risultato, allo stato attuale, quello di riuscire ad emettere preventivi, per alcuni standard di prodotti, sapendo i costi effettivi di realizzo e quindi sapendo quali potenziali ricavi passono generare, questo permette di poter gestire la trattativa potendola indirizzare su fattori di effettiva convenienza per l’azienda.” Cit. Paolo Santi


È stato fondamentale poter approfittare di questo progetto per poter aumentare il livello di conoscenza delle fasi di lavorazione perché è solo conoscendo il costo di ogni anello della catena del valore che si è potuto scoprire come ognuno di questi funziona e come agire su di essi per favorire flessibilità, adattamento e tempi di realizzazione certi. 


In questo specifico momento storico l’azienda si è trovata ad essere “erede e tramite” di una tradizione e di una conoscenza che non si dovrà perdere, quella della stampa particolarmente messa alla prova da internet, che sta mantenendo tramite l’attività di un proprio Training Lab, e grazie a questo progetto, in costate rapporto di connessione con il FABLAB BELLUNO, ha potuto crescere anche nelle competenze di fabbricazione digitale.

Un forte e costante investimento in formazione legato alla continua scoperta di procedure e di soluzioni condivise internamente, attraverso l’attività di consulenza organizzativa, di programmazione, strategica e commerciale messe in atto hanno permesso l’inizio di un percorso, condiviso e consapevole, di sviluppo continuo verso una costante automazione dei processi a basso valore aggiunto che hanno permesso di:


Ogni esigenza del cliente è divenuta un Tag che ha permesso di arrivare alla preventivazione anche di servizi nuovi e personalizzati. Tracciare questi Tag permettono all’algoritmo implementato di “imparare” in modo continuo come ogni richiesta prende forma nella produzione e di simularne il costo più adeguato utilizzando parametri semplici. Ogni Tag, poi, verrà condiviso alla filiera per ottimizzare la realizzazione della catena del valore gestendo, tra tutti gli attori coinvolti, al meglio i flussi di ogni prodotto e potenzialmente, sarà il prossimo step, comunicando in tempo reale lo sviluppo del prodotto al cliente.


Come si è arrivati a questi risultati?

Sono stati decisivi i servizi di supporto generati dal progetto stesso:


1)   Studio di Fattibilità ottimizzazione offerta a maggior valore aggiunto


Il primo passo è stato quello di costruire, su misura dei nuovi clienti e delle nuove esigenze rilevate, nuovi modelli di business per ogni segmento cliente, progettando in modo avanzato e tramite prototipazione nuovi prodotti e nuovi metodi di produzione. Le attività chiave svolte sono state la ri-modellazione del Business per cluster di prodotto, la customizzazione sul Cliente per segmento (tag) e l’analisi della fattibilità e verifica del successo del prodotto. Si sono così riclassificate le classi di prodotto attraverso la Domanda alimentando l’intero processo produttivo con un atteggiamento Customer Oriented di Personal Fabrication, reingegnerizzandolo su misura per ogni target cliente. Ottimizzare i processi attraverso le richieste dei clienti ha permesso di poter ristrutturare la proposta di valore e la gestione consapevole della trattativa commerciale. 


Si sono ricercate le migliori soluzioni innovative per rimodellare e riconfigurare i processi di progettazione di prodotti a maggior valore aggiunto ed innovativi attraverso Empaty Maps e BMC e Value Proposition Maps, con l’appoggio al FabLab si sono sperimentate applicazioni e processi innovativi, per la prototipazione rapida e per ottimizzare il sistema modulare di produzione digitale per il mercato nazionale ed internazionale.


Attività chiave sviluppate:


Questa clusterizzazione e segmentazione del cliente ha permesso all’azienda di avvantaggiarsi all’interno delle nicchie di mercato individuate, mediante il costante investimento in innovazione si è raggiunto un innalzamento dei livelli di accesso da parte di nuovi competitor su queste stesse nicchie.



2)   Analisi della Produzione nell’ottica dell’INDUSTRY 4.0
 
 

Il Tagging ha permesso di costruire nuove catalogazioni della proposta di valore, indicando alla produzione come costruire e personalizzare i servizi ed i prodotti proposti integrandosi al percorso di Lean già presente in azienda. Le attività svolte nell’erogazione del servizio sono state quelle di studio dei nuovi processi ed analisi dei flussi produttivi, si è poi potuto proseguire ricercando soluzioni a basso impatto ottimizzando la performance di personalizzazione e quindi un migliore ed intelligente sfruttamento delle risorse. Produrre piccoli lotti, molto veloci, è stato possibile grazie ai paradigmi di personalizzazione e di automazione tipici dell’industria 4.0 e della personal fabrication innestati dalla capacità di “apprendimento” del sistema per poter ottenere risparmio di tempo e l’ottimizzazione della produzione..


Attività chiave:


Questa fase, attraverso il successivo e conseguente investimento in attrezzature ed infrastrutture, ha permesso di raggiungere una discreta riduzione dei costi e di abbattimento costi energetici e di smaltimento rifiuti aumentando nel contempo la capacità strategica, commerciale e produttiva dell’azienda.


3)   Up-Grading Organizzativo

Attraverso una puntuale e precisa analisi dei flussi, segmentate per le richieste utilizzando i Tag che seguono la nascita del prodotto o del servizio fin dal primo contatto, si è potuto costruire una buona definizione degli indicatori, analizzando e misurando quelli pre-esitenti ed ipotizzandone di nuovi. Questi indicatori vengono poi prodotti da alcuni generatori (che vengono interpretati da indicatori fisici ed oggetti connessi mediante l’IoT) e modificatori dei quali si è analizzato il ruolo. A valle di questa analisi si è provveduto ad ideare e progettare un sistema informativo integrato per la trasmissione di questi indici ed allo sviluppo della base di calcolo per la sintesi del dato adatto ad una gestione ed uso strategico volto all’efficientamento organizzativo, al risparmio energetico e all’innalzamento costante del livello di benessere psicofisico dei lavoratori, garantendo la privacy delle persone con nessun dato identificatore e di filiera.

Attività chiave:

Questo servizio ha permesso di raggiungere gli obiettivi svolti dai servizi precedenti essendo questa un’attività di supporto e di approvvigionamento del dato.

Durante l’intero percorso, è stata programmata una serie di incontri tecnici in azienda che hanno visto la partecipazione della stessa (nelle figure del Legale Rappresentante coadiuvato dal Responsabile Amministrativo e Commerciale e del loro staff) e del Comitato Tecnico Scientifico del Fablab Impresa Belluno e del Consorzio Cultura Concept (fornitore). 


Dettaglio Bando: https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=2008